Grazia

Dal mezzogiorno dell’1 agosto a tutto il 2 agosto, in tutto il mondo, si celebra il “Perdono di Assisi”, che si perpetua dal 1216. Si può godere dell’indulgenza plenaria in tutte le chiese parrocchiali e nelle chiese francescane: è richiesta la confessione, la comunione, la recita del Credo e del Padre Nostro, oltre a una preghiera secondo le intenzioni del Papa e per il Pontefice. Presso il Santuario della Porziuncola ad Assisi, invece, se ne può beneficiare ogni giorno dell’anno. E proprio la chiesetta interna alla Basilica di Santa Maria degli Angeli è il cuore delle celebrazioni.

Il Triduo in preparazione al Perdono inizia il 29 luglio con le meditazioni di padre Mauro Galesini OFM. Sabato 30 catechesi penitenziale per tutti in preparazione al sacramento della Riconciliazione. Lunedì 1 agosto, alle 11, padre Massimo Fusarelli OFM, Ministro generale dell’Ordine dei Frati Minori, presiede la solenne celebrazione eucaristica che termina con la Processione di “Apertura del Perdono”: da quel momento fino alle 24 del 2 agosto l’indulgenza plenaria concessa quotidianamente alla Porziuncola si estende a tutte le chiese parrocchiali e a tutte le chiese francescane del mondo. Alle 18.30 i Primi Vespri presieduti da monsignor Domenico Sorrentino, Vescovo di Assisi, Nocera Umbra e Gualdo Tadino, seguiti dall’offerta dell’incenso da parte del Sindaco di Assisi Stefania Proietti. Alle 20.45 Veglia di preghiera serale guidata da padre Luciano De Giusti OFM, Ministro provinciale dei Frati Minori di Abruzzo-Lazio.

Il 2 agosto, tra le numerose celebrazioni eucaristiche, quella solenne delle 11.30 sarà presieduta dal cardinale Angelo Bagnasco, Arcivescovo emerito di Genova. Dalle 14.30 i giovani e le famiglie della 40a Marcia Francescana “Infinitamente buono”, provenienti da tutte le regioni d’Italia e dall’estero, dopo una settimana di cammino varcheranno la porta della Porziuncola. Alle 19 i Vespri Solenni del Perdono presieduti dal Ministro provinciale dei Frati Minori di Umbria e Sardegna padre Francesco Piloni OFM.

Durante i due giorni la Basilica rimarrà aperta dalle 7 alle 19 per potersi accostare al sacramento della Riconciliazione. Nella piazza della Basilica eventi e spettacoli faranno da cornice alle celebrazioni liturgiche.

Articolo tratto dal portale della Diocesi Chiesadimilano.it 
 
Esci Home