È tempo in tutte le parrocchie della benedizione delle famiglie

Nella nostra Comunità Pastorale è tempo in tutte le parrocchie della benedizione delle famiglie in occasione del Santo Natale. I sacerdoti suonano i campanelli delle case, chi li accoglie ha la possibilità di pregare insieme, al termine della preghiera il sacerdote con l’acqua benedetta asperge le persone presenti e la casa. Il sacerdote porta così la benedizione del Signore presso la famiglia e benedice anche la casa.

Guardando questo momento più in profondità, soprattutto se c’è la possibilità di presentarsi anche solo brevemente, il sacerdote si rende conto di quanto bene ci sia in una famiglia, cioè di quanto il Signore sia già presente nei cuori di questa famiglia e di quanto stia già lavorando. Il sacerdote spesso rimane ammirato per la fede, la tenacia, e la generosità che sono spesso presenti nelle nostre famiglie e la sua preghiera è preghiera di stupore per quanto il Signore già sta facendo prima ancora che il prete venga a benedire. La benedizione è dunque una modalità con cui il sacerdote ricorda alla famiglia: questa famiglia è benedizione di Dio, sempre (nella quotidianità, prendendosi cura del marito della moglie, dei figli, degli anziani). 

È importante che, almeno una volta all’anno se è possibile, qualcuno ci ricordi che le nostre famiglie sono benedizione di Dio. Perché le difficoltà della vita tendono a farci dimenticare tutto il bene che c’è in noi, e rischiamo di guardare solo i problemi e le difficoltà. Che bello invece che il sacerdote dica a tutte le famiglie: “questa famiglia è benedizione di Dio, sempre!”

don Alberto

 
Esci Home