Introduzione alle Riflessioni domenicali

L'arcivescovo Monsignor Mario Delpini ci ha richiamato: “La situazione è occasione”.
La nostra attuale situazione di comunità pastorale vede l’avvicendamento dei parroci. 


Abbiamo vissuto gli anni del primo parroco responsabile della comunità pastorale di San Paolo della Serenza. Don Arnaldo ha impegnato tutte le sue forze per iniziare a impostare l'esperienza di un cammino di comunità. Dopo 15 anni, passati a Figino come parroco e 11 anni spesi come responsabile della Comunità Pastorale di San Paolo della Serenza ci lascia, in obbedienza all'Arcivescovo che lo ha nominato responsabile della comunità pastorale Santa Maria Maddalena, che comprende le popolose parrocchie di San Martino in Bellusco, San Giulio in Cavenago Brianza, l'Assunta di Mezzago, Sant'Agata in Ornago. 

Nei cuori dei fedeli della comunità della Serenza trovano spazio: il dispiacere per una guida che lascia; la riconoscenza per il bene ricevuto; il pensiero di doverci preparare a un passo certamente diverso nel nostro futuro cammino. 

L'arcivescovo ci fa dono di un altro sacerdote, parroco responsabile della nostra comunità nella persona di don Alberto Colombo. E anche qui nel cuore troviamo attesa, stupore, ubbidienza, disponibilità a un cammino che ci aspetta. 

Nel consiglio pastorale ci siamo chiesti: “Come vivere questa situazione che il Signore ci offre per il nostro cammino spirituale?” La scelta è stata questa: “Vediamo quello che il Signore ci dice nella liturgia delle prossime domeniche. Appunto “La parola di Dio ci guida”.

Così è nato questo progetto che prenderà forma nel Foglio di Comunità “Serenza Insieme” della Comunità Pastorale e che verrà illustrato dai sacerdoti: domenica 30 agosto “Cercare di vedere Gesù”; domenica 6 settembre “Il sacerdote uomo della parola”; domenica 13 settembre “Il sacerdote uomo chiamato da Dio”; domenica 20 settembre “Il sacerdote uomo dell'Eucaristia”. 

E affidiamo all'amore del Signore il nostro cammino, pregando il Salmo 

Salmo

Il Signore è il mio pastore: 
nulla manca ad ogni attesa,
in verdissimi prati mi pasce, 
mi disseta a placide acque.

È il ristoro dell'anima mia,
in sentieri diritti mi guida 
per amore del Santo suo nome, 
dietro lui mi sento sicuro. 

Pur se andassi per valle oscura 
non avrò a temere alcun male: 
perché sempre mi sei vicino, 
mi sostieni col tuo vincastro. 

Quale mensa per me tu prepari 
sotto gli occhi dei tuoi nemici! 
Del tuo olio profumi il mio capo, 
il mio calice è colmo di ebbrezza! 

Bontà e grazia mi sono compagne 
quanto dura il mio cammino: 
io sarò nella casa di Dio 
lungo tutto il migrare dei giorni. 


Dossologia 

Grazie al Padre che ci ha benedetti 
fin dall'alba del mondo nel Cristo: 
nello Spirito il solo pastore 
che nei cieli ci fa camminare. 

Preghiera 

Gesù Cristo, pastore buono,
che ti sei fatto nostro compagno di cammino: 
a causa delle nostre infedeltà 
non lasciarci mai soli, 
poiché ci perderemo in aridi pascoli 
e ci smarriremo nella valle oscura; 
ma continua a custodirci e a difenderci dai lupi; 
a nutrirci di cibi purissimi 
e a portarci tutti a libertà. 
Amen.


Grazie Signore che ci hai donato don Arnaldo.
Grazie Signore che ci hai donato don Alberto.


 
Esci Home